Tag Archives: video strategy

Social e video: binomio di successo

Social e video: binomio di successo

4 Febbraio 2017 –  Facebook compie 13 anni e sfiora quota 1,9 miliardi di utenti, con 1,2 miliardi di persone attive sul social ogni giorno.

Questi i numeri di Facebook, seguiti dai traguardi di Instagram, WhatsApp e Messenger raccontati qui.

Il numero degli utenti online cresce vertiginosamente ed insieme a lui, chi utilizza la tecnologia mobile. Un anno fa, il web aveva predetto che il 2016 sarebbe stato l’anno dei video in diretta e anche Zuckerberg ci aveva avvisato:  al centro delle strategie di Facebook ci sarebbero stati i video.

E così un anno è passato, confermando tutto ciò che è stato detto tra il lancio di Facebook Live, di Meerkat (che non esiste più), e Periscope di Twitter con i suoi video che scomparivano dopo 24 ore.

La portata del fenomeno parla da se:  gli utenti preferiscono guardare video di un prodotto anziché leggere qualcosa su un prodotto. Lo confermano anche i numeri riportati da HighQ:

  • il 74% del traffico web nel 2017 sarà occupato da contenuti video
  • chi usa un tablet e smartphone guarda almeno un’ora di video al giorno
  • 500 milioni di persone ogni giorno guardano video su Facebook, ma anche su Twitter (l’82% degli iscritti), e Snapchat (10 miliardi di video al giorno).

Ma quali sono le ultime novità riguardo a video e contenuti visual, sulle piattaforme di Zuckerberg?

 

INSTAGRAM

Nel 2016, la nuova funzionalità “Stories” su Instagram si è integrata felicemente nella piattaforma e convive con foto e video, creando un racconto parallelo o alternativo, più spontaneo.

Dal 24 Gennaio 2017, il buon Mark ha deciso di aprire le porte della diretta streaming  anche agli utenti del social più fotografico. La funzione live video è disponibile in Italia e gli utenti possono condividere live stories della durata massima di 60 minuti, che, conclusa la diretta, non saranno più disponibili per la visualizzazione.

Qualcuno si sarà accorto anche delle stories sponsorizzate: inserzioni concepite per essere il più simile possibile alle stories, in modo da non essere invasive e disturbare la navigazione.

Un’altra importante novità a breve disponibile in Italia, sarà l’introduzione delle immagini ed i video a tempo: i contenuti multimediali potranno essere inviati ad amici o a gruppi, ma dopo essere stati visualizzati si autodistruggeranno.

 

FACEBOOK

La grande novità del 2016 è stata la diffusione dei video in diretta in 60 paesi. Il grande vantaggio dei live su Facebook è stato nella diffusione del social stesso e, nel fatto che i video non scompaiono dopo il live ma rimangono a disposizione. Possono essere utilizzati  nel modo più semplice e amatoriale, ma anche in maniera più professionale.

Un recente aggiornamento dell’algoritmo fa in modo che ad essere “premiati” con visibilità organica, sono i video lunghi. Ebbene si, l’intento è quello di promuovere i filmati della durata di almeno 90 secondi e più il video sarà lungo, più conterà il tempo che gli utenti vi hanno dedicato. Qual è lo scopo? Poter inserire delle pubblicità all’interno dei video, in modo da poter monetizzare questo “capitale”, così come fa la televisione. Agli inizi del 2016, Facebook aveva affermato che i video ospitati sul social, venivano visti per un totale di 100 milioni di ore al giorno dagli utenti.

Facebook sta testando un motore di ricerca interno per le immagini, che ricorda Google Immagini. Il software sarà in grado di riconoscere luoghi e oggetti nelle foto e si potranno cercare animali, luoghi, scene, attrazioni, abbigliamento, senza il bisogno di avere un richiamo in una didascalia.

Stiamo a vedere come i video entreranno sempre di più nella nostra quotidianità e vediamo come verranno utilizzati per pubblicizzare prodotti, informarci, sostituire con più o meno efficacia quello che siamo abituati a leggere, e forse anche come impareremo a usarli per la nostra vita personale e professionale, per parlare e interagire meglio con le persone che ci interessano.

 

Alice Pomiato – Social Media Strategist